Recensione Sennheiser CX 400BT: niente scherzi, solo musica

Ormai le indosso da 2 mesi. Nel frattempo ho provato molti altri auricolari TWS ma, ogni volta che voglio ASCOLTARE musica, torno da loro.

Anche se le Sennheiser CX 400BT non hanno nulla di particolarmente innovativo, portano la firma di un’azienda che fa della qualità audio il suo vessillo, e di conseguenza non potevano che essere tra le migliori per qualità riproduttiva. Procediamo per gradi.

Sennheiser CX 400BT

Recensione Sennheiser CX 400BT

Di auricolari TWS sotto i 200 euro ce ne sono tanti, forse troppi, anche citando SOLO i top brand. Pixel Buds, Samsung Galaxy Buds, Apple AirPods, Huawei Freebuds, Jabra Elite, e così via.

Ogni modello ha i suoi punti di forza e, man mano che scendiamo col prezzo, aumentano i compromessi. Il primo col quale, solitamente, abbiamo a che fare, è la qualità audio.

Sennheiser, con i CX 400BT, di compromessi ne ha accettati alcuni, tranne uno: la qualità in riproduzione.

Sennheiser CX 400BT - Design, costruzione ed ergonomia
Design, costruzione ed ergonomia

Design, costruzione ed ergonomia

Il primo compromesso è sui materiali costruttivi. Sennheiser sceglie la plastica sia per il case che per gli auricolari. È di buona qualità e restituisce un ottima sensazione di solidità, soprattutto nel coperchio, molto rigido e affidabile. È, però, pur sempre plastica, ed i segni del tempo si fanno notare.

Sul retro del case abbiamo la porta di ricarica Type-C ed un pulsante per verificare il livello della carica, tramite un LED che si illuminerà di verde, giallo o rosso. Non è presente la ricarica wireless. I materiali non precludono all’azienda di rendere gli auricolari eleganti e sobri, dalla forma poco convenzionale.

Volendo citare qualche numero, il case misura 59 x 33.8 x 42.3 mm. Gli auricolari pesano 6 grammi ed il pacchetto completo non raggiunge i 49 grammi.

Sono comodi, leggeri e non sporgono eccessivamente. Avendo la barba, guardandomi frontalmente non si notano, ma non sarà così con visi più esili e sbarbati.

Sennheiser CX 400BT

Sennheiser CX 400BT – Controlli

Avvio e accoppiamento

Al primo avvio basterà indossarle e tenere premute, contemporaneamente, le superfici touch degli auricolari per tre secondi. Dopo l’avviso acustico troverete le CX 400BT nella lista dei dispositivi Bluetooth.

Musica e chiamate

I controlli touch sono completi, responsivi e personalizzabili:

Auricolare sinistro:

  • 1 tap: play/pausa
  • 2 tap: traccia precedente
  • Tieni premuto: abbassa il volume

Auricolare destro:

  • 1 tap: assistente vocale
  • 2 tap: traccia successiva
  • Tieni premuto: alza il volume

In chiamata valgono i seguenti comandi su entrambi gli auricolari:

  • 1 tap: accetta/finisci chiamata
  • 2 tap: rifiuta chiamata

Sennheiser Smart Control

Tramite l’app Sennheiser Smart Control potrete personalizzare i comandi touch e cambiare l’equalizzazione, sia tramite un controller grafico che un eq. standard a 3 vie (basse, medie, alte). Avremo accesso poi agli update del firmware degli auricolari e alla lista dei dispositivi associati, così da poter effettuare lo switch più comodamente.

  • Sennheiser Smart Control
  • Sennheiser Smart Control

Sennheiser CX 400BT – Audio

Musica

La riproduzione è affidata a driver da 7mm, al Bluetooth 5.1, ai codec SBC/AAC/APTX e a 4 misure di gommini, presenti in confezione.

L’audio è accurato, cristallino e caldo allo stesso tempo. La separazione delle frequenza è precisa, l’equalizzazione di base è molto piacevole e ha una buona resa su tutti i generi musicali. Per chi ama basse più presenti, c’è l’equalizzatore pronto ad accontentarvi.

Mancano ANC, trasparenza, auto-play/pausa. L’auricolare destro è il master, e sarà quello da usare in modalità singola.

Chiamate

In chiamata i due microfoni si sufficientemente bene comportano bene, riuscendo ad eliminare gran parte del rumore di fondo e garantendo buone conversazioni. Attenzione, però, alle voci “vicine”, potrebbero entrare nella vostra conversazione.

In situazioni di vento forte non le consiglio affatto, l’interlocutore vi udirebbe appena. In auto vanno più che bene.

Sennheiser CX 400BT

Autonomia

Non avendo una pressione sonora molto forte, daranno il meglio con un volume tra il 70 e il 100%, soprattutto all’esterno (per fortuna l’isolamente passivo è ottimo). Detto questo, con un volume tra il 50 e l’80% i Sennheiser CX 400BT mantengono le promesse: quasi 7 ore con una singola carica per un totale di 19/20 ore con il case. Si perde qualcosina utilizzandole sempre al 100% ma rimaniamo in un range tutt’altro che deludente.

Sennheiser CX 400BT – Prezzo e conclusioni

I Sennheiser CX 400BT sembrano “noiosi”. Così, a prima vista, non hanno funzioni o caratteristiche tali da giustificare il prezzo di lancio di 199.99 euro.

Una volta indossati, però, la musica cambia, e non metaforicamente.

Il punto è proprio quello, la musica.

Se volete auricolari top in quello, che rimangono affidabili sotto il punto di vista delle chiamate (non in tutte le situazioni) e dei controlli e con una buona app, sotto i 200 euro sono da prendere. In vista del Black Friday poi, non è escluso che riusciate a prenderli sui 150 euro, visti i recenti ribassi visti su Amazon.

173,68€
disponibile
3 nuovo da 173,68€
al 26/01/2021 17:26
Amazon.it
Spedizione gratuita
Recensioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *