Recensione Skullcandy Crusher Evo: un’esperienza nuova e inaspettata

Skullcandy è un brand che troppo spesso ricordiamo soltanto per l’iconico logo impresso su coloratissime cuffie. Nonostante i pregi estetici dei loro prodotti siano difficili da mettere in secondo piano, l’azienda ha avviato già da tempo un percorso interessante. Diamo quindi la giusta attenzione a dispositivi che non sono le solite cuffiette auricolari multicolor, e che restituiscono valore all’azienda. Le Skullcandy Crusher Evo sono cuffie over-ear per gli amanti delle basse frequenze, con un budget “limitato” offrono un’esperienza premium ed una risposta in frequenza inaspettata.

Recensione Skullcandy Crusher Evo 

Design, costruzione ed ergonomia

Il design delle Skullcandy Crusher Evo riesce ad ed unire l’animo stiloso dell’azienda con le linee pulite e minimali adottate nella fascia di mercato. Si fanno amare al primo sguardo, tanto che il primo impulso è quello di scrutarle al dettaglio ancor prima di indossarle. Per gli appassionati del brand la scelta può sembrare un po’ banale, spoglia, poco evocativa, ma se volete vederle in altra veste vi consiglio di dare uno sguardo alla collaborazione con Collina Strada.

Nessuna nota di demerito riguardo la costruzione, che risulta robusta e più che adeguata. I vari snodi sono solidi oltre che comodissimi quando le si indossa al collo o le si ripone. A tal riguardo, il sacchetto per riporre le Skullcandy Crusher Evo è una vera chicca. Assodata la resistenza dei materiali, quello che poteva preoccupare sono i graffi, e Skullcandy offre prontamente un sacchetto per il trasporto tanto bello quanto singolare.

recensione skullcandy crusher evo

Personalmente non ho mai utilizzato i sacchetti/borsette in dotazione ma questo, ottimi materiali a parte, è esteticamente molto gradevole e ha due tasche per eventuali cavetti. In pratica mi ha “costretto” ad usarlo, davvero figo!

Quanto riguarda l’ergonomia, bisogna in primo luogo considerare che le Skullcandy Crusher Evo sono ingombranti e discretamente pesanti. Si parla di circa 312g, distribuiti bene su ampi padiglioni ed un archetto ergonomico. Personalmente anche oltre i 300 grammi non provo fastidio dopo ore di utilizzo, ma in media la maggior parte delle persone dopo 3/5 ore comincia a trovare “pesanti” prodotti di questo tipo.

L’incavo nella parte superiore dell’archetto diminuisce sensibilmente la pressione, allungando notevolmente le sessioni di utilizzo, ma i padiglioni sono una presenza non trascurabile. In definitiva offrono una buona vestibilità anche in movimento tuttavia sarà difficile dimenticare di indossarle.

recensione skullcandy crusher evo

Skullcandy Crusher Evo – Controlli

I controlli sono collocati sui due padiglioni. Ad attirare subito l’attenzione c’è lo slider per il controllo dell’equalizzazione, che vi permetterà di giocare a piacimento con la tecnologia proprietaria Sensory Haptic Bass. Di fianco, abbiamo il tasto di accensione ed accoppiamento con relativo LED. Mentre altri tre tasti prendono posto sull’altro padiglione, con i quali sarà possibile fare praticamente tutto: rispondere alle chiamate, play/pausa, volume, traccia precedente/successiva, assistente vocale.

La presenza dello slider, riempirà le prime sessioni d’ascolto mandando in secondo piano gli altri controlli. Quando farete maggiore attenzione agli altri tasti vi accorgerete che sono altrettanto comodi e precisi.

recensione skullcandy crusher evo

Avvio e accoppiamento

Avvio e pairing delle Skullcandy Crusher Evo è affidato all’unico tasto colorato. non potete sbagliare! Alla prima accensione dovrete effettuare manualmente l’accoppiamento, che in seguito diventerà automatico. Non c’è in supporto Bluetooth multipoint, e per passare da un dispositivo all’altro dovrete necessariamente disaccoppiare le cuffie. Nel caso in cui vogliate attivare la modalità pairing basterà continuare a tenere premuto il pulsante per qualche secondo dopo dopo l’accensione.

recensione skullcandy crusher evo

Skullcandy Crusher Evo  – Audio

L’esperienza d’ascolto con le Skullcandy Crusher Evo è risultata tanto inaspettata quanto unica, sia grazie all’eq. di base che alla tecnologia Sensory Haptic Bass, che consiste in una serie di “motori” aptici all’interno dei padiglioni che vi faranno letteralmente “sentire” i bassi con i loro movimenti. Partiamo però dall’inizio.

Appena ho cominciato ad ascoltare il primo brano ho subito avuto una strana impressione. Mi aspettavo delle cuffie “calde”, con bassi avvolgenti, e invece no. La risposta in frequenza (come mostrato nel grafico seguente, di soundguys) è quasi flat, e l’ho apprezzato molto. I bassi ci sono, sono precisi e non soffocano le alte frequenze. La risposta delle alte e ottima e, in realtà, non me le aspettavo così dettagliate. Anche la separazione degli strumenti è precisa, in tutti i generi musicali.

L’isolamento passivo riesce a “proteggerci” dai fastidi esterni, e questo rende possibile un’immersione ancora più profonda nella nostra musica.

Skullcandy Crusher Evo frequency response soundguys

Sensory Haptic Bass

Utilizzata al massimo, personalmente, può essere utilizzata solamente per gioco, perché rovina l’esperienza d’ascolto, ma se regolata bene (anche a poco più del minimo) può dare quel boost in più alle frequenze basse (o al vostro umore), quando lo si vuole, in maniera istantanea.

C’è poco da dire, anche su brani sentiti 1000 volte il risultato è totalmente nuovo. Le ho provate anche in alcune sessioni di gaming e, che dire, ogni colpo del mio fucile di precisione lo sentivo fin dentro al cervello, fantastico!

recensione skullcandy crusher evo

App Skullcandy

Diciamo subito che l’app Skulcandy non è necessaria e non apporta un eccessivo miglioramento rispetto all’esperienza plug’n’play, tuttavia garantisce un paio di features interessanti che valgono i pochi secondi che servono per installarla. Tralasciando le poche EQ tra le quali scegliere, abbiamo un test dell’udito per personalizzare la risposta in frequenza e la funzionalità Tile. Il test permette di ottimizzare l’equalizzazione dei due driver indipendentemente, in base alle frequenze che riusciamo a sentire. Mentre la funzione Tile, una volta attivata tramite l’app, vi permetterà di ritrovare le vostre Skullcandy Crusher Evo.

Skullcandy Crusher Evo  – Autonomia

Le Skullcandy Crusher Evo hanno un’autonomia dichiarata di 40 ore, ed una reale che supera ogni aspettativa. Diversamente dalla stragrande maggioranza dei prodotti testati, le stime sull’autonomia sono pessimistiche. Probabilmente tenendo il volume al massimo, giocando con le equalizzazioni ed interagendo costantemente col dispositivo, si può scendere sotto le 40 ore di utilizzo.

Utilizzandole invece normalmente, nonostante un volume godibile, regalano facilmente qualche extra. Se si rimane a secco bastano comunque pochi minuti di ricarica, tramite USB-C, per riuscire ad avere qualche ora di autonomia (10min per circa 4 ore).

recensione skullcandy crusher evo

Prezzo e Conclusioni

Le Skullcandy Crusher Evo rappresentano un giusto connubio tra qualità audio e novità, il tutto condito da un’ottima costruzione, design all’altezza delle aspettative e tutto quello che si può desiderare quanto a portabilità.

Se il prezzo di lancio di 169 euro può “spaventare”, vi segnalo che spesso, sul sito ufficiale e su Amazon, sono a 129 euro, un prezzo sicuramente congruo per un prodotto di questa caratura.

169,99€
disponibile
3 nuovo da 169,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 02/08/2021 22:41
Recensioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *